BACK TO NEWS

TASSAZIONE PER TRASPARENZA PER LE SRL IN CONTABILITA’ ORDINARIE

05/10/2017

La tassazione per trasparenza è un regime che è stato esteso, in via opzionale, alle società di capitali, partecipate  da  altre società  di  capitali,  cosiddetta “grande trasparenza”.

Nel caso della ‘‘piccola trasparenza’’, l’opzione può essere esercitata solo da società a responsabilità limitata, ovvero società cooperative (tutte società che sono naturalmente in regime di contabilità ordinaria), partecipate esclusivamente da soci persone fisiche. Il suddetto regime di tassazione per trasparenza, che risulta essere naturale per i soggetti che producono redditi in forma associata, è stato esteso, in via opzionale, dal legislatore anche alle società di capitali partecipate da altre società di capitali (art. 115 del T.U.I.R).

In particolare:

  • il soggetto partecipato deve avere la forma giuridica di società di capitali e deve essere residente nel territorio dello Stato;
  • le società partecipanti, anch’esse soggetti residenti, devono essere costituite sotto forma di società di capitali ed essere in possesso di una percentuale di diritti di voto, esercitabili in assemblea generale, e di partecipazione agli utili, compresa tra il 10% e il 50%.

 

Tale sistema può essere attivato dietro opzione, da esercitarsi da parte di tutti i soggetti coinvolti partecipati e partecipanti, è irrevocabile (per tre periodi di imposta) ed è rinnovabile.

Nel caso di ‘‘piccola trasparenza’’ (art. 116 del TUIR), l’opzione può essere esercitata solo dalle seguenti società, partecipate esclusivamente da soci persone fisiche:

  • società a responsabilità limitata: il numero di soci persone fisiche può raggiungere il massimo di 10;
  • società cooperative: il numero massimo di soci persone fisiche può essere 20.

Ciascun socio, dal suo canto, dovrà compilare l’apposito prospetto del reddito imputato dalla società trasparente contenuto nella sezione II del quadro RH del Mod. REDDITI PF, dove indicherà, tra le altre cose:

  • il codice fiscale della società partecipata trasparente;
  • la quota di partecipazione agli utili espressa in percentuale;
  • la quota del reddito (o perdita, preceduta dal segno meno) della società partecipata imputata al dichiarante.